I film del Bosco sono nati nell’autunno del 2020, periodo Covid. Mentre intorno si faceva silenzio e il Bosco diventava giallo e rosso poi sempre più autunnale, abbiamo ripensato ai tanti anni della nostra avventura. E abbiamo immaginato che sarebbe stato bello raccontare “a capitoli” le nostre storie a chi avesse avuto curiosità e attenzione per conoscerle.
Due amici con grande esperienza professionale nel campo del giornalismo televisivo, Daniela Trastulli e Luca Errera hanno accolto la nostra proposta e si sono messi al lavoro con immensa passione per far raccontare e raccontare a loro volta la storia avventurosa di Boscoincittà.


L’AVVENTUROSA STORIA DI BOSCOINCITTA’ | 21 minuti
dal 1974 ad oggi
> guarda il video Per presentare la storia del Bosco che raggiunge tra poco l’onorabile età di 50 anni, siamo partiti dai racconti di chi allora aveva avviato l’avventura immaginando fin dall’inizio di coinvolgere amici e cittadini nel lavoro volontario e avendo il Comune di Milano come principale interlocutore: il parco nasceva da un’associazione privata ma per diventare da subito un parco pubblico della città. Ascolterete vari testimoni ora con i capelli e la barba bianchi e siamo certi che scoprirete un’avventura davvero interessante… che ogni anno diventa più grande e avvincente. Vi aspettiamo al Boscoincittà!


LE API DEL BOSCO | 10 minuti
> guarda il video L’apiario di Boscincittà ha già spento le 15 candeline!
Dalla prima arnia ne è trascorso di tempo… l’apiario si è strutturato ed è diventato un punto di riferimento per l’apicoltura urbana nei parchi, un altro tassello per costruire e sperimentare relazione con la natura in città come ricorda Sergio Pellizzoni.
Promuovere l’apicoltura è uno degli obiettivi di Italia Nostra che oltre al proprio apiario propone corsi-laboratorio, attività per i bambini e opportunità per le aziende apistiche che praticano nomadismo e desiderano far bottinare le proprie api anche tra le fioriture di Boscoincittà, Cava Ongari e Porto di Mare

GLI ORTI E IL FRUTTETO DI BOSCOINCITTA’ | 8 minuti
> guarda il video Il video presenta gli orti del Bosco: le origini, gli ortisti, le coltivazioni, i progetti speciali e collettivi. Duecentocinquanta parcelle, coltivate con grande passione e cura, dislocate in 4 aree: San Romanello, Spinè, Maiera e Violè. Il nome della prima area deriva dall’omonima cascina che si trovava in prossimità e che ora non esiste più, quello delle altre riprende il nome dei fontanili presenti in zona, non più attivi ma ancora utilizzati come canali per l’irrigazione. Sono molte le occasioni per visitarli o per candidarsi come aspiranti ortisti: per saperne di più clicca qui

L’ACQUA DEL BOSCO | 4 minuti
> guarda il video Da dove viene? Dove va? Come funziona il sistema delle acque nella Cintura Verde Ovest Milano?
L’acqua percorre un lunghissimo viaggio, dalla Svizzera al Boscoincittà dove ci sono chilometri di canali per irrigare orti, zone agricole, boschive e naturalistiche, alimentare laghetti e zone umide come occasione di paesaggio e natura in città.

LA VITA NELL’ACQUA | 3 minuti
> guarda il video Acque ferme e correnti caratterizzano il parco… con questo bellissimo video della serie dedicata a Boscoincittà e prodotta da Daniela Trastulli e Luca Errera possiamo scoprire la fauna che le popola. Le acque del parco sono un ambiente di vita per molte piante e animali acquatici come insetti, piccoli crostacei, pesci e anfibi. Gli operatori del CFU sono impegnati in un costante lavoro di monitoraggio e cura di questi habitat, preziosi perché permettono la riproduzione di rane, raganelle e tritoni, altrimenti destinati scomparire dalle nostre campagne. Importante il lavoro di realizzazione e gestione degli stagni.

IL BOSCO NELLA CITTA’ | 6 minuti
> guarda il video E’ possibile realizzare e gestire un bosco in piena città? SI se si hanno passione e coraggio. A Milano, le energie messe in campo da Italia Nostra in oltre un quarantennio di lavoro, hanno generato un un ambiente naturale, un ecosistema bosco dove sono tornati a vivere anche gli animali selvatici

IL CENTRO FORESTAZIONE URBANA | 7 minuti
> guarda il video Dal 1974, il CFU | Centro per la Forestazione Urbana di Italia Nostra Milano Nord progetta, realizza e cura il Bosco. Sin dalle origini ha promosso la realizzazione di altre aree verdi con piante, attrezzi, consigli e spunti progettuali. Oggi è impegnato anche a Porto di Mare, in Cava Ongari e nel progetto Giardiniere condotto

LA CASCINA SAN ROMANO | 7 minuti
> guarda il video A Milano, in via Novara 340, la Cascina San Romano è il cuore di Boscoincittà. Lo sanno i volontari, i soci, gli amici e le amiche, le migliaia di ragazzini che arrivano ogni anno nel parco. Il video ne racconta la storia, le prospettive e lo splendido restauro della stalla quattrocentesca e del dipinto della Madonnina


IL BOSCO IN BREVE | 3 minuti
> guarda il video
Siamo a Milano lungo la via Novara, subito dopo lo stadio di San Siro. Qui agli inizi degli anni 70 un gruppo di giovani, consiglieri di Italia Nostra Milano, per reagire al crescente inquinamento, dà vita ad un progetto innovativo, quasi visionario: realizzare un grande spazio di verde pubblico, un vero e proprio bosco nel bel mezzo della città. Lo chiameranno Boscoincittà. Non si è trattato di creare un parco classico, ma di ricreare nel tessuto urbano un pezzo di natura trasformando campi e aree dismesse in bosco, prati, corsi d’acqua e zone umide. Nasceva la prima esperienza di “forestazione urbana”! I 35 ettari inizialmente concessi dal Comune di Milano sono diventati 120, ma la cosa straordinaria è che il progetto ha avuto alla base, essenzialmente , la partecipazione: scuole, scout, associazioni, famiglie intere si sono alternati nel dare il proprio contributo, si calcola che in quarant’anni oltre 25 mila volontari abbiano lavorato con entusiasmo, coordinati dagli operatori di Italia Nostra. Negli anni il progetto si è ingrandito, si sono aggiunti duecento orti assegnati a cittadini che li coltivano con passione, un frutteto, un laghetto, un Giardino d’acqua e uno per le api, una rete di canali che crea zone umide utili per l’ecosistema. I progetti dedicati ai bambini e ai ragazzi per farli vivere in natura risalgono all’inizio degli anni ’70: i percorsi per le scuole, le avventure nel bosco, le attività per il tempo libero sono esperienze che si sono negli anni strutturate fino a diventare un modello vero e proprio dell’educare in natura. Mano a mano che il bosco è cresciuto l’ecosistema si è arricchito e sono arrivati uccelli, insetti di ogni specie, animali d’acqua , piccoli e grandi mammiferi. Persino la volpe è tornata ad abitare in queste terre. Chi arriva al Bosco ha la sensazione di essere lontano dalla città. La magia è che in realtà questo è il risultato di un’attenta progettazione e di un lungo lavoro. Oggi Boscoincittà è uno dei parchi più amati dai milanesi. Ma non solo. Grazie agli operatori del Centro per la Forestazione Urbana e ai tanti volontari, il parco è diventato un modello per lo sviluppo di altre aree verdi nel territorio di Milano e resta un esempio da imitare ovunque vi sia una volontà di collaborazione tra ente pubblico e cittadini.