Orti solidali: dalla zappa alla zuppa!

Orti solidali: dalla zappa alla zuppa!

Cascina San Romano:
ortisti nel momento della consegna e della pesa della verdura

Dalla zappa alla zuppa!

Le file sempre più lunghe davanti alle mense e il numero dei nuovi poveri in drammatico aumento sono stati i fattori che hanno suggerito l’idea a uno degli ortisti del Boscoincittà: se ogni ortista (sono più di 260!) fosse stato disponibile ad offrire ogni settimana parte del suo raccolto a un’organizzazione benefica, si sarebbe potuto contribuire ad alleviare, anche solo in piccola parte, l’attuale sofferenza dovuta anche alla pandemia da Covid 19.

L’idea è stata favorevolmente accolta da diversi ortisti e dal CFU, che l’ha supportata e ha messo a disposizione uno spazio in cascina San Romano per la raccolta dalle varie aree orti e la pesa delle cassette.

Dopo aver risolto i problemi logistici e organizzativi, sono state contattate varie mense e onlus; alla fine ne sono state scelte 3:
1) Don Orione (con una propria mensa e distribuzione pacchi  a 300 famiglie bisognose)
2) QuBi Selinunte (con distribuzione 150 pacchi e particolare attenzione a minorenni svantaggiati)
3) Banco Alimentare (distribuzione pacchi e prodotti su tutto il territorio cittadino)

L’iniziativa è partita – in ritardo per via di una primavera un po’ fredda – l’11 giugno scorso, raccogliendo 70 Kg di verdure, per poi superare i 100 nelle settimane successive: con gli inizi di luglio c’è stata una flessione a 80 kg e poi a 40, dovuta presumibilmente alle intemperie e all’inizio della stagione estiva. Tuttavia, le aspettative rimangono più che positive, soprattutto in considerazione del più che probabile allargamento della platea degli ortisti coinvolti nel progetto e del periodo di maggior produzione degli orti.

I ringraziamenti ricevuti ci hanno fatto capire che oltre a portare sulla tavola  di tante famiglie  alimenti freschi e biologici, è stato possibile far rivivere sapori e profumi quasi del tutto dimenticati.

Info sull'autore

Centro Forestazione Urbana author

Il CFU è il centro operativo dell'associazione Italia Nostra che dal 1974 progetta, realizza e cura Boscoincittà. Altre esperienze in corso: Porto di mare, Cava Ongari, parco Segantini e “giardiniere condotto” che fornisce supporto ad altri gruppi nella gestione e realizzazione di aree verdi.